Sono Psicologa Psicoterapeuta a orientamento psicodinamico, laureata in Psicologia Clinica e di Comunità all’Università degli Studi di Bologna. Mi sono specializzata a Cremona presso la Scuola di Psicoterapia di Analisi Immaginativa con la tesi dal titolo Psicopatologia di cronicità: vissuto emotivo di malattia cronica nel paziente diabetico complicato (Piede Diabetico) . Dal 2001 sono iscritta all’Albo degli Psicologi (03/6329) e nell’elenco degli Psicoterapeuti dell’ordine degli Psicologi della Regione Lombardia.
Esercito la professione nel mio studio di Cremona e svolgo collaborazioni in team di professionisti in città della Lombardia.


Mi occupo di adolescenti, giovani adulti, adulti affetti da diversi disturbi emotivi, comportamentali. I mie studi di approfondimento e psicoterapia si sono orientati e specializzati anche nell’ ambito del Disturbo del Comportamento Alimentare in cui svolgo terapia individuale e terapia con la famiglia, risorsa fondamentale in un percorso di cura che si occupa di DCA.

Il mio approccio è frutto di anni di formazione teorica, di confronto clinico, di supervisione individuale e di gruppo, e di aggiornamenti che seguo e approfondisco costantemente.

 

Il metodo di riferimento è lo sviluppo del pensiero freudiano effettuato dal Dr. J. Sandler e dal dott. A. M. Sandler in cui la teoria pulsionale è profondamente integrata alla teoria delle relazioni oggettuali. Lo strumento elettivo del lavoro dinamico è la Relazione Terapeutica e il focus del disagio viene principalmente ricercato nel disturbo emotivo.

Oltre alla lunga collaborazione svolta con L’ISTITUTO OSPEDALIERI DI CREMONA presso  il Centro Anti Diabete ( dal 2005 al 2015 ) il CPS – centro psico sociale ( dal 2009 al 2010)  e il Centro della Dietetica Nutrizione Clinica Disturbo dell’Alimentazione (dal 2009 al 2015) , dal 2002 esercito la libera professione come psicologa e dal 2006 come psicoterapeuta in studio dove mi occupo prevalentemente di:

  • DCA – Disturbi del comportamento alimentare;

  • Cura dei disturbi dello spettro ansioso;

  • Forme depressive;

  • Psicopatologia della cronicità;

  • Disagi legati al disadattamento;

  • Patologie più gravi quali la nevrosi o gli scompensi psicotici.